Documento senza titolo
       


  • Crinale

24-03-2023, 18:14

Bollettino Crinale 25-26 marzo 2023

Ultima emissione della stagione: sabato bel tempo, domenica perturbato

Per pianificare una gita in montagna, e' molto importante sapere cosa e' successo nei giorni precedenti. 

La settimana appena trascorsa e’ stata caratterizzata da un passaggio leggermente perturbato nella giornata di martedi’ seguita da una rimonta dell’alta pressione con giornate miti sul crinale.

Da osservazioni locali, fin dal mattino la neve si presenta con il classico strato di firn primaverile, poi via via nel corso della giornata si umidifica fortemente con l’aumentare delle temperature. Il firn e’ uno strato di neve di pochi cm fortemente trasformata su uno strato di neve piu’ dura.

Nei versanti esposti al sole la neve e’ praticamente scomparsa, mentre nei versanti nord è presente nei canali e nei valloni a partire dai 1500-1600 metri di quota.

Nel pomeriggio di oggi, venerdì 24 marzo, abbiamo registrato oltre +6°C al Rifugio Battisti e +2.3°C sul crinale del Cusna

Queste le osservazioni da Meteomont:

MANTO NEVOSO: Croste da fusione e rigelo portanti e non portanti alternate a strati di neve a debole coesione su strati basali compatti e consolidati. Il manto nevoso e’ in generale ben consolidato sulla maggioranza dei pendii ripidi. Sui rilievi occidentali la neve persiste solo nelle tipiche zone di accumulo con esposizione a settentrione ed alle quote piu’ alte. Sulle province centrali si trovano invece quantitativi superiori e si alternano zone con poca neve ad altre con spessori piu’ consistenti. Il rigelo notturno, di debole intensita’, determina la formazione di croste da fusione e rigelo che tendono a perdere coesione durante le ore centrali della giornata, croste superficiali che, nelle esposizioni piu’ ombreggiate, devono essere affrontate con attrezzatura alpinistica. In un contesto di generale stabilità del manto nevoso si raccomanda, in ogni caso, di pianificare l'attraversamento dei versanti più ripidi in funzione di esposizione, ora della giornata e condizioni del manto.

Per le previsioni, sabato rapido miglioramento rispetto alla notte: sereno o poco nuvoloso, con temperature sopra lo zero e venti moderati da Ovest; possibili raffiche anche forti.

Domenica perturbato e instabile, montagne avvolte dalle nuvole specie dalle ore centrali; neve dai 1800-1900 m. nel pomeriggio associata a rovesci o locali temporali. Temperature in leggero calo, venti moderati o forti da Sud-Ovest con raffiche molto forti.

Visibilita’ molto limitata con rischio di white-out.

Lo zero termico sabato sara’ posizionato  attorno ai 2500 m.  in rapida discesa a 2200  domenica pomeriggio.

Importante: il bollettino valanghe deve essere letto prima di ogni escursione in quota. Raccomandiamo di avere un equipaggiamento completo di ramponi, piccozza, casco, oltre che del dispositivo Artva con pala e sonda. Se il pendio diventa ripido, affidatevi ai ramponi! Non avventuratevi con ciaspole o ramponcini!

In allegato il bollettino valanghe di oggi venerdi' 24 marzo (click sull'immagine) e la guida alla sua lettura

Fonte MeteoMont

 

Arrivederci alla prossima stagione!


Autore: Stefano Ovi
 



Novanta scs
Via Pieve, 5
42035 Castelnovo ne' Monti (RE)
P.IVA: 01422880359
 
PREVISIONI
 
WEBCAM
 
STAZIONI
 
MODELLI
 
CLIMA
 
NEWS
 
APP & WIDGET
 
CHI SIAMO
 
Privacy & Cookie Policy © 2012 - Reggio Emilia Meteo | Web Design by Matrix Media srl