Documento senza titolo
       


  • Crinale

11-02-2021, 19:29

Bollettino Crinale 12-14 febbraio 2021

Nuova rubrica in collaborazione con Stefano Ovi. Prima puntata

In questo weekend iniziamo una nuova rubrica: un’analisi meteorologica con approfondimenti sullo stato dell'innevamento del Crinale dell’Appennino reggiano.
In collaborazione con l'amico Stefano Ovi, aviatore, consigliere del CAI di Reggio Emilia e appassionato di montagna.

Per pianificare una gita in montagna, o semplicemente per capire le condizioni attuali, è molto importante sapere che cosa è successo nei giorni precedenti.

Tra mercoledì e giovedì scorsi è transitata una veloce perturbazione che ha depositato dai 1400m in su circa 60-80 cm di neve fresca. Questa nevicata è stata associata a forti venti dai quadranti sud-occidentali, con temperature non particolarmente basse. La caratteristica di questa veloce perturbazione è stata quella di avere generato molti temporali sul Crinale; tipicamente, a loro volta, i temporali producono neve pallottolare o Graupeln, simile a piccole palline di polistirolo. Si tratta di una forma particolare di neve fresca costituita da cristalli brinati, ovvero da cristalli sulle cui facce si sono congelate, durante il processo di crescita, le gocce d’acqua sopraffusa presenti nella nube.

Giovedì 11 è stata una giornata piuttosto calda, con forte vento sempre da Ovest/Sud-Ovest, che ha trasportato in grandi quantità questa particolare neve fresca, livellando e compattando il manto; ma il rialzo della temperatura ha iniziato un processo di fusione.

Venerdì e sabato transiterà una nuova perturbazione con una direzione completamente opposta, ovvero da Nord-Est, con un forte abbassamento di temperatura: a 2000m ci avvicineremo a -15°C, con forti venti fino a 100km/h. Al momento non si prevede un accumulo particolarmente consistente: massimo 20-25 cm in alta quota. Domenica giornata di sole ma ancora molto fredda e ventosa. 

Prestare quindi attenzione, in particolar modo sul versante nord del Cusna, ai grandi accumuli di neve che il vento da Nord-Est crea nei canali.

Di seguito il bollettino valanghe Meteomont di oggi, giovedì 1, per l'Appennino emiliano, e la guida alla sua lettura. 

Per concludere, una raccomandazione generale: prima dell’escursione occorre sempre leggere il bollettino valanghe.

www.meteomont.carabinieri.it


Autore: Stefano Ovi
 




Novanta scs
Via Pieve, 5
42035 Castelnovo ne' Monti (RE)
P.IVA: 01422880359
 
PREVISIONI
 
WEBCAM
 
STAZIONI
 
MODELLI
 
CLIMA
 
NEWS
 
APP & WIDGET
 
CHI SIAMO
 
Privacy & Cookie Policy © 2012 - Reggio Emilia Meteo | Web Design by Matrix Media srl