Documento senza titolo
       


  • Meteo

22-12-2013, 17:56

Sensibile peggioramento fra Natale e S. Stefano

Piogge e venti molto intensi su Liguria, Toscana e alto Appennino: locali rischi idrogeologici

Quello in arrivo sarà per diverse aree del centro-nord Italia un Natale difficile anche dal punto di vista meteorologico. Sono infatti attese precipitazioni intense su Alpi e Prealpi, specie in Trentino, Veneto e Friuli; tuttavia, se su questi settori la quota neve non eccessivamente alta aiuterà a contenere danni e disagi, sull’Appennino settentrionale, e in particolare sul crinale di Liguria, Emilia e Toscana, le piogge – previste molto intense – cadranno fino a quote elevate, mettendo a dura prova la tenuta idrogeologica di questi comparti.

Una rapida analisi generale: il profondo centro di bassa pressione a nord della Scozia (minimo di 950 hPa  previsto per Natale) alimenta correnti sud-occidentali eccezionalmente forti e tese, che dalle coste africane arrivano oltre Capo Nord; ne nascerà un importante minimo secondario che dal Golfo del Leone traslerà verso quello Ligure. Per la loro posizione e per la morfologia del territorio, Liguria, Toscana e crinale appenninico saranno in prima linea a fronteggiare la risalita delle piogge determinate da tale contesto.

Ore 19.00, mercoledì 25 (Natale): il minimo secondario sul Golfo del Leone in spostamento verso il Golfo Ligure, e le correnti da Sud-Ovest che impattano sull'alto Tirreno (dati GFS - rielaborazione ReggioEmiiaMeteo)

Attualmente, si può affermare che le ore più difficili saranno quelle comprese fra le 12 del 25 dicembre e le 6 del giorno di S. Stefano, quando sono attese piogge molto intense, con accumuli ingenti, anche superiori ai 100mm/18h sullo spartiacque. Questo quadro sarà aggravato dallo scioglimento delle nevi fino a 1600-1700m: per questo si alzeranno velocemente i livelli di fiumi e torrenti di entrambi i versanti (emiliano e ligure-toscano), e con essi il rischio di locali dissesti idrogeologici.

Saranno forti anche i venti di libeccio, specie in quota; possibili raffiche di fortunale (superiori ai 100 km/h).

Precipitazioni previste il 25 dicembre, dalle 12 alle 24 (dati WRF Lamma su base ECMWF - rielaborazione ReggioEmiliaMeteo)

Per la nostra provincia, l’attenzione è concentrata su Secchia ed Enza, oltre che sui movimenti franosi più o meno recenti che hanno interessato l’alto Appennino. Vi invitiamo comunque a seguire gli aggiornamenti previsionali.


Autore: Alessandro Occhipinti
 




Novanta scs
Via Pieve, 5
42035 Castelnovo ne' Monti (RE)
P.IVA: 01422880359
 
PREVISIONI
 
WEBCAM
 
STAZIONI
 
MODELLI
 
CLIMA
 
NEWS
 
APP & WIDGET
 
CHI SIAMO
 
Privacy & Cookie Policy © 2012 - Reggio Emilia Meteo | Web Design by Matrix Media srl