Documento senza titolo
       

Inverno 2018-2019

Anomalia di altezza geopotenziale a 500hPa Anomalia di pressione a livello del suolo Anomalia di temperatura a 850hPa
 

Modello MM25: modello multiregressivo con output ad alta definizione spaziale (0.25 gradi) - Ideazione ed elaborazione: Dr. Andrea Bertolini.
Nota: tutti gli scarti dalla media (anomalie) sono calcolati rispetto al periodo di riferimento 1981-2010.

Commento alle previsioni stagionali

Emesso il 24/11/2018, Dr. Andrea Bertolini

Configurazione: secondo il nostro modello l’inverno 2018-2019 sarà caratterizzato da pressione sotto la media su oceano Atlantico, Mediterraneo ed Europa centro-occidentale. Più frequenti della norma dovrebbero invece risultare le aree anticicloniche sulla Scandinavia e, in genere, alle latitudini polari.

Temperature: sotto la media su Gran Bretagna, l'Europa centro-orientale al di sopra dei 48-50° N, Scandinavia e Russia europea. Anomalie di segno opposto sono attese su Penisola Iberica, Francia sud-occidentale Italia centro-meridionale e Balcani. Sul Nord Italia sono previste temperature sotto la media sul Piemonte e lungo la catena alpina, oltre la media sulle pianure del Nord-Est e sull’Emilia Romagna.

Precipitazioni: superiori alla norma su Penisola Iberica, Italia centro-settentrionale e Balcani. Inferiori alla media su Scozia, repubbliche baltiche, Finlandia e Norvegia. Sul Nord Italia si prevede un inverno con precipitazioni oltre la norma, con scarti più sensibili su basso Piemonte, Liguria, Lombardia orientale, Trentino e Veneto.

Indicazioni per l'Emilia: il modello prevede precipitazioni decisamente superiori alla media (fino a +40 /+50 %) e temperature leggermente più alte (con scarti maggiori sulla pianura). Ci attendiamo quindi nevicate oltre la media sull’Appennino. L’abbondanza delle precipitazioni unita a una non eccessiva anomalia termica positiva lascia aperta la possibilità di fasi nevose anche per la pianura, specie quella più occidentale. Tale ipotesi è supportata da una previsione di Arctic Oscillaton negativa (vedi tab “Indici”), sovente collegata a irruzioni fredde sul bacino del Mediterraneo. Nota: in un inverno caratterizzato da una accentuata anomalia pluviometrica positiva, in buona parte dovuta a flussi umidi sud-occidentali, è maggiore la probabilità di eventi di piena significativa dei fiumi principali (Secchia ed Enza per il reggiano).


 

Inverno 2018-2019

Anomalia termica - Europa Anomalia termica - Italia Anomalia termica - Nord Italia
 

Modello MM25: modello multiregressivo con output ad alta definizione spaziale (0.25 gradi) - Ideazione ed elaborazione: Dr. Andrea Bertolini.
Nota: tutti gli scarti dalla media (anomalie) sono calcolati rispetto al periodo di riferimento 1981-2010.

Commento alle previsioni stagionali

Emesso il 24/11/2018, Dr. Andrea Bertolini

Configurazione: secondo il nostro modello l’inverno 2018-2019 sarà caratterizzato da pressione sotto la media su oceano Atlantico, Mediterraneo ed Europa centro-occidentale. Più frequenti della norma dovrebbero invece risultare le aree anticicloniche sulla Scandinavia e, in genere, alle latitudini polari.

Temperature: sotto la media su Gran Bretagna, l'Europa centro-orientale al di sopra dei 48-50° N, Scandinavia e Russia europea. Anomalie di segno opposto sono attese su Penisola Iberica, Francia sud-occidentale Italia centro-meridionale e Balcani. Sul Nord Italia sono previste temperature sotto la media sul Piemonte e lungo la catena alpina, oltre la media sulle pianure del Nord-Est e sull’Emilia Romagna.

Precipitazioni: superiori alla norma su Penisola Iberica, Italia centro-settentrionale e Balcani. Inferiori alla media su Scozia, repubbliche baltiche, Finlandia e Norvegia. Sul Nord Italia si prevede un inverno con precipitazioni oltre la norma, con scarti più sensibili su basso Piemonte, Liguria, Lombardia orientale, Trentino e Veneto.

Indicazioni per l'Emilia: il modello prevede precipitazioni decisamente superiori alla media (fino a +40 /+50 %) e temperature leggermente più alte (con scarti maggiori sulla pianura). Ci attendiamo quindi nevicate oltre la media sull’Appennino. L’abbondanza delle precipitazioni unita a una non eccessiva anomalia termica positiva lascia aperta la possibilità di fasi nevose anche per la pianura, specie quella più occidentale. Tale ipotesi è supportata da una previsione di Arctic Oscillaton negativa (vedi tab “Indici”), sovente collegata a irruzioni fredde sul bacino del Mediterraneo. Nota: in un inverno caratterizzato da una accentuata anomalia pluviometrica positiva, in buona parte dovuta a flussi umidi sud-occidentali, è maggiore la probabilità di eventi di piena significativa dei fiumi principali (Secchia ed Enza per il reggiano).


 

Inverno 2018-2019

Anomalia pluviometrica - Europa Anomalia pluviometrica - Italia Anomalia pluviometrica - Nord Italia
 

Modello MM25: modello multiregressivo con output ad alta definizione spaziale (0.25 gradi) - Ideazione ed elaborazione: Dr. Andrea Bertolini.
Nota: tutti gli scarti dalla media (anomalie) sono calcolati rispetto al periodo di riferimento 1981-2010.

Commento alle previsioni stagionali

Emesso il 24/11/2018, Dr. Andrea Bertolini

Configurazione: secondo il nostro modello l’inverno 2018-2019 sarà caratterizzato da pressione sotto la media su oceano Atlantico, Mediterraneo ed Europa centro-occidentale. Più frequenti della norma dovrebbero invece risultare le aree anticicloniche sulla Scandinavia e, in genere, alle latitudini polari.

Temperature: sotto la media su Gran Bretagna, l'Europa centro-orientale al di sopra dei 48-50° N, Scandinavia e Russia europea. Anomalie di segno opposto sono attese su Penisola Iberica, Francia sud-occidentale Italia centro-meridionale e Balcani. Sul Nord Italia sono previste temperature sotto la media sul Piemonte e lungo la catena alpina, oltre la media sulle pianure del Nord-Est e sull’Emilia Romagna.

Precipitazioni: superiori alla norma su Penisola Iberica, Italia centro-settentrionale e Balcani. Inferiori alla media su Scozia, repubbliche baltiche, Finlandia e Norvegia. Sul Nord Italia si prevede un inverno con precipitazioni oltre la norma, con scarti più sensibili su basso Piemonte, Liguria, Lombardia orientale, Trentino e Veneto.

Indicazioni per l'Emilia: il modello prevede precipitazioni decisamente superiori alla media (fino a +40 /+50 %) e temperature leggermente più alte (con scarti maggiori sulla pianura). Ci attendiamo quindi nevicate oltre la media sull’Appennino. L’abbondanza delle precipitazioni unita a una non eccessiva anomalia termica positiva lascia aperta la possibilità di fasi nevose anche per la pianura, specie quella più occidentale. Tale ipotesi è supportata da una previsione di Arctic Oscillaton negativa (vedi tab “Indici”), sovente collegata a irruzioni fredde sul bacino del Mediterraneo. Nota: in un inverno caratterizzato da una accentuata anomalia pluviometrica positiva, in buona parte dovuta a flussi umidi sud-occidentali, è maggiore la probabilità di eventi di piena significativa dei fiumi principali (Secchia ed Enza per il reggiano).


 

Inverno 2018-2019

Arctic Oscillation (AO) East Atlantic (EA) Scandinavia (SCAND)
 

Fonte dati osservati: Climate Prediction Center
Simulazione e Previsione: modello multiregerssivo MM25. Ideazione ed elaborazione: Dr. Andrea Bertolini.

Commento agli Indici Climatici stagionali

Emesso il 24/11/2018, Dr. Andrea Bertolini

Arctic Oscillation (AO) per il trimestre invernale 2018-2019 viene previsto pari a -1.45. La probabilità che il valore dell'indice risulti effettivamente negativo è del 91%. La correlazione tra serie simulata e serie ricostruita/osservata è di 0.645 sul periodo 1881-2018. Nota: in base alla previsione di AO sensibilmente negativa, nel corso dell’inverno 2018-2019 ci attendiamo almeno un evento di Stratwarming significativo (es: stratwarming febbraio 2018 e stratwamnig gennaio 2013 ).

East Atlantic (EA): per il trimestre invernale 2018-2019 viene previsto pari a +0.90. La probabilità che il valore dell'indice risulti effettivamente positivo è del 76%. La correlazione tra serie simulata e serie ricostruita/osservata è di 0.669 sul periodo 1881-2018.

Scandinavia (SCAND): per il trimestre invernale 2018-2019 viene previsto pari a +0.60. La probabilità che il valore dell'indice risulti effettivamente positivo è del 52%. La correlazione tra serie simulata e serie ricostruita/osservata è di 0.612 sul periodo 1881-2018.


 

Novanta scs
Via Pieve, 5
42035 Castelnovo ne' Monti (RE)
P.IVA: 01422880359
 
PREVISIONI
 
WEBCAM
 
STAZIONI
 
MODELLI
 
CLIMA
 
NEWS
 
APP & WIDGET
 
CHI SIAMO
 
© 2012 - Reggio Emilia Meteo | Web Design by Matrix Media srl